Iscriviti alla nostra NEWSLETTER per ricevere notizie aggiornate sul mondo Vision Is...

Autorizzo i miei dati al trattamento per la privacy
Nessun sondaggio presente.

Dossier Vista "Quando i farmaci non bastano – Parte 1"

01/08/2011

Se i farmaci antiglaucoma non riescono più ad abbassare la pressione oculare diventa necessario l’intervento, oppure il trattamento laser.

Il laser Quando l’uso di colliri e in genere dei farmaci risulta poco efficace o mal tollerato, è possibile fare ricorso alle terapie laser. Si tratta di terapie diverse a seconda dei tipi di glaucoma. Nel caso di “glaucoma ad angolo chiuso” si utilizza l’iridotomia yag laser. Essa consiste nel praticare nell’iride un forellino che mette in comunicazione i due comparti dell’occhio posti davanti e dietro l’iride. Si favorisce così la circolazione dei fluidi oculari verso il filtro e previene la chiusura improvvisa dell’angolo di scarico. Nel caso del “glaucoma cronico ad angolo aperto” si utilizza invece la trabeculoplastica laser, che mira a ottenere un migliore funzionamento del filtro di scarico dell’umore acqueo, detto “trabecolato”, riducendo così la pressione oculare. Come avviene il trattamento laser Il trattamento è effettuato appoggiando all’occhio del paziente un’apposita lente a contatto che permette di focalizzare il raggio laser, dopo aver instillato alcune gocce di collirio anestetico e uno speciale gel protettivo. L’intervento dura complessivamente pochi minuti e risulta solitamente indolore, anche se a volte si avverte un certo fastidio (come una sensazione di punture di spillo) e soprattutto si può essere abbagliati dai lampi di luce.
Settembre
  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30




































realizzazione